Missioni umanitarie

Proseguendo con un impegno iniziato nel lontano 1992 con la prima missione umanitaria svolta in Rwanda, nell'agosto 2014 abbiamo svolto una missione umanitaria in Benin, uno degli stati più poveri dell'Africa.

Leggi tutto l'articolo

Estate, occhi in primo piano

Con l’innalzamento delle temperature aumentano i casi di distacco di retina e mosche volanti

La diagnosi precoce aiuta a identificare in tempo la rottura retinica e curarla con l’uso del laser

Gran caldo, afa e disidratazione eccessiva possono incidere sulla comparsa di patologie a carico della retina. Proprio il caldo eccessivo sarebbe, secondo gli specialisti, uno dei fattori responsabili di una patologia grave a carico della retina, il distacco di retina, poiché favorisce la disidratazione del vitreo, di quella parte, quindi, costituita da gelatina trasparente che riempie il globo oculare. “Il distacco di retina – spiega il dottor Domenico Porfido dello studio oculistico L’Abbate - colpisce generalmente individui tra i 40 e i 60 anni di età, quando sono più frequenti i fenomeni degenerativi della retina periferica. L'origine del distacco cosiddetto ‘idiopatico’, quello che avviene non per le malattie oculari, è, infatti, riconducibile a fenomeni degenerativi della retina e del corpo vitreo. Il corpo vitreo costituisce circa i due terzi dell'intero volume dell'occhio ed è situato tra il cristallino e la retina; la sostanza che lo costituisce, detta umor vitreo, è composta per il 99 per cento da acqua e per il rimanente 1 un per cento da collagene, acido ialuronico, zuccheri, proteine solubili, cellule vitree e da fibrille vitreali che ne costituiscono l'impalcatura.

Scarica l'articolo completo 

INDIRIZZO

  • via B. Croce, 7
    70014 Conversano (Ba)